L’individualità del percorso dell'infiammazione gengivale

Otto persone su dieci in Italia manifestano in età adulta atteggiamenti infiammatori delle gengive, che si traducono presto in gengivite. La maggior parte di queste persone non segue il consiglio del dentista di migliorare l'igiene della bocca e di intensificare i controlli; ciò porterà ad un aggravamento del problema, con l estensione dello stato infiammatorio ai tessuti che saldano i denti all'osso alveolare e con l insorgenza della parodontite, grazie al concorso dei batteri presenti nella placca.

L'evoluzione della gengivite in parodontite cronica e l'efficacia degli interventi terapeutici su quest'ultima dipendono principalmente da due fattori:

• la costituzione genetica del singolo paziente
• lo specifico assortimento delle specie batteriche componenti la placca che può avere anch'esso una spiccata specificità individuale.

La diversità individuale rispetto a questi due fattori spiega il perché anche pazienti con una eccellente igiene dentale sviluppino la patologia, ment re sogget t i che non prendono adeguate misure di pulizia dei denti e delle gengive possono sottrarvisi.

Le ricerche compiute sull'argomento negli ultimi anni hanno fornito informazioni importanti sia sulla predisposizione genetica (1,2,3,4,5,6,7,8) che sul ruolo di singole specie batteriche componenti la placca (9,10,11) nel processo di insorgenza e di evoluzione della parodontite, e permettono oggi, grazie ai recentissimi avanzamenti tecnologici in ambito di esame del DNA, di essere tradotte in test di ottima capacità predittiva.

Il sistema EUDENT, test messo a punto da Gentras, costituisce l'approccio più avanzato disponibile attualmente a livello mondiale per la raccolta di informazioni sull'evoluzione di gengiviti e di parodontiti.